Lun. Giu 17th, 2024

Tre Udienze in Vista per Definire il Destino di 55 Indagati e le Strategie Processuali

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Testo: Il processo preliminare sull’ipotetico business della gestione illecita e degli intrecci delle assegnazioni irregolari degli alloggi popolari nel quartiere Santa Caterina continua a suscitare interesse e attenzione. Ieri, davanti al Giudice per l’Udienza Preliminare Vincenzo Quaranta, si sono presentate le 55 persone coinvolte, rischiando di essere processate per il loro presunto coinvolgimento. Le responsabilità penali di molti di loro sono marginali e risalgono nel tempo.

Nonostante nessuna formalizzazione ufficiale, i difensori hanno già prospettato una ventina di posizioni processuali, anticipando le scelte dei riti processuali. Tra le opzioni, l’abbreviato offre la possibilità di definire rapidamente la propria situazione e di beneficiare di una riduzione della pena del terzo. Altrimenti, si potrà optare per il rito ordinario, confidando in un dibattimento che, data la complessità dei temi e il gran numero di indagati, si prospetta lungo e impegnativo per provare a confutare le pesanti conclusioni dell’ufficio di Procura.

L’indagine, coordinata dai Carabinieri sotto la guida del procuratore aggiunto Walter Ignazitto e dei Pubblici Ministeri Sara Amerio, Nicola De Caria (presente in aula ieri) ed Andrea Sodani, si snoda con una serie di udienze successive, fissate per il 16, 23 e 30 maggio, nel tentativo di definire il destino dei coinvolti e le strategie processuali da adottare.

Print Friendly, PDF & Email