Mer. Giu 19th, 2024

Il capogruppo del Pd al SenatoFrancesco Boccia, ha inaugurato i lavori della Conferenza programmatica del Pd Calabria a Soveria Mannelli. Insieme a Nicola Irto, senatore e segretario regionale, e Lucia Annunziata, che ha partecipato alla prima iniziativa del Pd calabrese, Boccia ha espresso chiaramente la sua posizione sull’autonomia differenziata.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Boccia ha dichiarato: “Forse qualcuno nel centrodestra si sta svegliando dal torpore in cui erano colpevolmente caduti sull’autonomia differenziata. Era ora.” Il capogruppo del Pd al Senato ha criticato i presidenti delle Regioni di destra del Mezzogiorno per non aver reagito al disegno Spacca-Italia di Calderoli, che, se approvato come vuole la Lega, “distruggerà definitivamente il sud e le aree interne”. Boccia ha sottolineato che il “lo scambio in corso tra Lega e FdI, tra autonomia differenziata e premierato, distruggerà le istituzioni e darà ai servizi della Calabria, del sud e delle aree interne, un colpo mortale.”

Il Pd si impegna a non cedere di un centimetro nella sua battaglia contro questa riforma. Boccia ha concluso: “Continueremo a batterci in Parlamento e nel Paese per impedire loro di distruggere il Paese e il Mezzogiorno”.

Inoltre, Boccia ha evidenziato l’importanza di investire nelle risorse per la sanità pubblica, la scuola pubblica, l’assistenza (dai bambini agli anziani) e il trasporto pubblico locale. Ha criticato la destra per giocare con l’autonomia a spese del Mezzogiorno, tagliando sulla sanità e cercando di privatizzare quanto più possibile. Boccia ha sottolineato che la battaglia per il rafforzamento della sanità e dei presidi sanitari nelle aree interne era uno degli obiettivi per cui nel 2020 ottennero il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

In sintesi, la posizione di Boccia è chiara: l’autonomia differenziata proposta dalla Lega e il suo scambio con FdI mettono a rischio il sud e le aree interne, e il Pd continuerà a combattere per preservare il benessere del Paese e del Mezzogiorno 

Print Friendly, PDF & Email