Mar. Giu 18th, 2024

I ragazzi esplorano l’iter legislativo e rendono omaggio alle vittime di violenza

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Nei giorni scorsi, la consulta giovanile di Marina di Gioiosa ha compiuto un significativo viaggio educativo alla sede del Consiglio regionale della Calabria, presso Palazzo Campanella. Accompagnati dall’assessore comunale Giuseppe Romeo, i giovani hanno avuto l’opportunità di immergersi nell’iter legislativo e rendere omaggio alle vittime di violenza.

La visita, guidata dalla dottoressa Margherita Fontana, è stata un’esperienza profondamente educativa. “Siamo stati guidati passo dopo passo attraverso l’iter legislativo”, spiegano i ragazzi della Consulta. Hanno iniziato con un’accoglienza calorosa, per poi procedere nel salone intitolato a Nicholas Green, il bambino tragicamente scomparso durante un tentativo di rapina nel settembre del 1994.

Il salone ospita una commovente scultura dedicata ai bambini vittime di violenza. “È caratterizzata da sette campane, che rappresentano gli organi donati dai genitori di Nicholas”, raccontano commossi i giovani, “e su di esse sono raffigurate colombe, simbolo di pace, ricavate dalla fusione delle armi sequestrate alla criminalità californiana”.

La visita ha poi proseguito nell’aula commissioni intitolata allo scomparso consigliere Antonio Acri, per poi passare alla sala del consiglio intitolata a Francesco Fortugno ed al Polo culturale Mattia Preti. “È stata una mattinata intensa e formativa”, spiegano i ragazzi, “che ha colmato tante delle nostre curiosità sulla politica”.

In conclusione, la visita della Consulta Giovanile di Marina di Gioiosa a Palazzo Campanella non solo ha fornito un’importante comprensione dell’iter legislativo, ma ha anche reso omaggio alle vittime di violenza, celebrando la memoria di coloro che hanno perso la vita in circostanze tragiche.

Print Friendly, PDF & Email