La Locride vince la II° edizione del concorso nazionale dedicato al monitoraggio civico sui fondi UE

236

 

 

Un Nove Maggio in crescendo quello vissuto dai ragazzi delle scuole superiori della Locride e di Palmi che hanno festeggiato oggi presso la sala della Cultura di Locri la festa dell’Europa con Ascuoladiopencoesione. Un momento di aggregazione possibile grazie  alla stretta e fattiva collaborazione siglata tra Europe Direct Calabria&Europa, organizzatrice dell’evento, e la rete di partner tra cui il Comune di Locri, Monithon Calabria, Fimmina TV, l’Associazione Jump di Soverato e l’Associazione Un Ponte per l’Europa di Palmi.

Una giornata che ha visto le scuole superiori del territorio chiudere in bellezza un percorso durato ben cinque mesi nell’ambito di dell’iniziativa di monitoraggio civico promossa dalla rete delle Europe Direct in collaborazione con il Ministero dell’istruzione e il Dipartimento per lo Sviluppo Economico.

Al culmine del percorso di cittadinanza attiva ben quattro gli istituti di  istruzione Superiore giunti in finale tra i 74 classificatisi in ambito nazionale,  i Licei “Mazzini” e “Zaleuco” di Locri, il Liceo “La Cava” di Bovalino e il Liceo “Enaudi” di Palmi. Tra di loro ben due scuole sono risultate nella Top Ten dei migliori lavori di ricerca dell’edizione 2015/2016 di A Scuola di OpenCoesione, il percorso di didattica sperimentale su open data, data journalism e monitoraggio civico sui finanziamenti pubblici che quest’anno ha coinvolto 120 scuole superiori in tutta Italia.

La Commissione di valutazione, composta da rappresentanti di MIUR, OpenCoesione, Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, un esperto di data journalism e un rappresentante del Senato della Repubblica, ha valutato i 74 lavori dei team ammessi alla selezione finale, sulla base dei seguenti criteri: originalità del contenuto creativo e abilità comunicativa; capacità di individuare, organizzare e valorizzare diverse fonti di dati e informazioni sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione e pubblicati sul portale OpenCoesione e sul territorio circostante; rilevanza del contenuto civico del progetto e dalla sua potenzialità in termini di impatto o coinvolgimento del territorio. A questi criteri si è aggiunto un punteggio determinato automaticamente sulla base dell’integrazione di ASOC nella didattica ordinaria e dell’attività sui social media portata avanti dai team.

La valutazione è stata determinata da una Commissione, che ha così decretato il vincitore del Primo Premio #ASOC1516 nel team PEOPLE OF TOMORROW, nella classe 4E del Liceo Scientifico “Zaleuco” di Locri (RC), affiancata dalla profssa Tutor Enza Agrillo, al quale viene assegnato il viaggio-premio presso il Joint Research Centre della Commissione Europea, a Ispra (VA), e presso la sede della Rappresentanza della Commissione Europea in Milano. La motivazione addotta è: Gli studenti del Liceo Zaleuco hanno svolto un ottimo lavoro di ricerca, raccolta e analisi dati lavorando su un progetto per la ristrutturazione di un immobile del Comune di Locri da trasformare in Centro di aggregazione giovanile. Il team si è distinto per impegno e impatto civico sul territorio

Una vittoria insperata seguita da un altrettanto inatteso IV° posto in classifica per gli studenti del Liceo Scientifico “Francesco La Cava”di Bovalino con il team Work In Progress, coordinato dalle prof.sse Anna Costa e Maria Caterina Lo Giudice, e riguardante il monitoraggio civico su un centro di aggregazione dedicato ai migranti regolari in via di completamento nel loro paese,  inseriti a pieno titolo tra gli 8 migliori team italiani, che vanno così a comporre la Top Ten 2015-2016 di A Scuola di OpenCoesione (“SPRINTERS” Medaglia Oro).

A salutare questi risultati inattesi e oltremodo onorevoli per la Locride un parterre di tutto riguardo che si è riunito sul palco di Palazzo della Cultura dalle ore 9,30, in primis l’Associazione Eurokom con il team di Presidenza e il direttore dell’EDIC Alessandra Tuzza, che ha seguito tutte le quattro  scuole per ben cinque incontri ad istituto negli ultimi 5 mesi, il Team di Asoc con il Coordinatore Chiara Chiociola, quindi il Dipartimento di Programmazione della Regione Calabria, con Tommaso Calabrò, che ha  presentato il POR Calabria appena approvato, dando spazio ai bandi rivolti ai giovani ed all’istruzione per il periodo 2014 2020;  i Sindaci di Locri Giovani Calabrese, di Antonimina Antonio Condelli, e il Presidente dell’Associazione dei Comuni della Locride Giuseppe Strangio. A rappresentare il mondo della chiesa e il sociale Mons Francesco Oliva, Vescovo di Locri Gerace sempre al fianco dei giovani nei percorsi di cittadinanza attiva e promozione sociale, che ha spronato nei ragazzi lo spirito aggregativo la perseveranza nel promuove realmente l’impegno per il sociale. Presenti anche le associazioni che hanno direttamente collaborato con gli studenti per permettere la realizzazione dei lavori di monitoraggio sui beni cofinanziati con i Fondi Fesr ed Fse dell’Unione Europea.

Le classi vincitrici del Primo e del Secondo Premio, assieme a una delegazione per ciascuno dei team della “Top Ten”, saranno presenti alla cerimonia di premiazione finale che si svolgerà il 26 maggio 2016 a Roma, presso la sede istituzionale del MIUR, dove gli studenti presenteranno i loro lavori di ricerca e avranno la possibilità di dialogare con istituzioni, esperti di data journalism, monitoraggio civico e innovazione. L’evento finale, al cui interno saranno tra l’altro divulgate le motivazioni dei premi della Top Ten, sarà ricco di sorprese per tutti! Una vittoria positiva quindi per i nostri studenti che hanno così concluso un lavoro lungo e oltremodo formativo come evidenziato da tutti gli interventi dei dirigenti scolastici intervenuti alla manifestazione dal Prof. Fazzolari dello Zaleuco, a Lo Prete del Liceo delle Scienze Umane G Mazzini sino alla prof.ssa Caterina Autelitano del Liceo La Cava di Bovalino e la prof.ssa La Capria in rappresentanza dell’Enaudi di Palmi. Un risultato non ultimo ma di vero valore l’apertura di una serie di tavoli con la regione e le scuole per sondare le necessità che impediscono la piena attuazione dei progetti realizzati sui fondi UE presi in esame. Un impegno non da poco, preso in diretta dal dottore Calabrò,  che da solo basta a premiare lo sforzi di tutti docenti, associazioni e studenti dei quattro team della provincia di Reggio Calabria.

 

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.