Calcio – Coppa Italia Dilettanti, Brancaleone, colpo solo sfiorato. Il Locri acciuffa il pari in recupero

402

Gara in parte dominata dagli amaranto. L’attaccante e neo-acquisto Scillufo al 94′ replica al gol di Galletta.

In un caldo pomeriggio di agosto, riparte il calcio con il primo turno di Coppa Italia. Ad affrontarsi sul prato del “Borrello” di Brancalone, il Locri neo promosso in Eccellenza e i locali reduci da un’amara retrocessione in Promozione.

La premesse per una bella partita c’erano tutte, complici anche spalti gremiti, con tanti tifosi locresi al seguito. Si inizia con il minuto di silenzio in memoria delle vittime del terremoto: da citare a questo proposito l’iniziativa che ha visto le parrocchie di San Pietro Apostolo e di Maria Santissima Addolarata, la Pro Loco e la società APD Brancaleone effettuare per l’occasione una raccolta fondi da destinare al comune di Amatrice, messo in ginocchio dal violentissimo sisma.

Il primo tempo ha visto il Locri comandare a proprio piacimento il gioco nei primi venti minuti con buona trame orchestrate da Libri, disposto da Mister Ferraro nel ruolo inedito di esterno basso, e di Viscomi, ma non sono dagli attaccanti. Di contro mister Paviglianiti ha schierato una formazione molto coperta e ordinata con il solo Galletta G. a svariare sul fronte d’attacco, coadiuvato da Rubertà e da Vita.

Proprio quest’ultimo si è reso pericoloso al 19′ con un tentativo di pallonetto. Il Locri ha risposto al 38′ con un’azione Libri-Papaleo finalizzata da Nesci ma con palla di poco fuori.

Nella ripresa è sempre il Locri a condurre le danze, ma il Brancaleone difende senza affanno. La svolta arriva al 56′, quando Vita ruba palla al limite dell’area e serve Galletta G. che fulmina con un rasoterra Mandarano, entrato al  posto dell’infortunato Caputo. Il Locri reagisce e al 62′ arriva il momento del nuovo acquisto, l’attaccante Scillufo, che al 75′ si presenta con un splendido tiro a giro da fuori area che Scalici devia in angolo. La partita si accende e a farne le spese è il Brancaleone con l’espulsione di Rubertà al 94′: dalla conseguente punizione Scillufo calcia direttamente in porta, complice il gran traffico in area Scalici si fa trovare impreparato e il Locri proprio allo scadere del recupero raggiunge così il pareggio.

Ottima prova del Brancaleone che ha dimostrato di essere all’altezza della situazione non concedendo nulla e dimostrandosi pronto a disputare un importante campionato. Ferraro non può lamentarsi del gioco espresso dal Locri, tuttavia c’è molto lavoro da fare per trovare quella finalizzazione che oggi è mancata.

BRANCALEONE-LOCRI 1-1

Marcatori: 56′ Galletta G. (B), 94′ Scillufo (L)

Brancaleone: Scalici, Furferi, Galletta D., Tuscano, Patea (87′ Romeo Giuseppe), Nucera, Galletta G. (Taliano), Galletta S., Marengo (54′ Raschillà), Rubertà, Vita. Allenatore: Paviglianiti.

Locri: Caputo (22′ Mandarano), De Luca, Libri, Viscomi, Barbieri, Olivieri, Schiavello (68′ Cusato), Criscibene (62′ Scillufo), Iervasi, Nesci, Papaleo. Allenatore: Ferraro.

Arbitro: Viapiana di Catanzaro.

Note: Spettatrori 800 circa. Ammoniti Schiavello, Crescibene, Nesci (L), Scalici, Galletta G., Galletta S. Espluso: Rubertà 94′ Angoli 7-2

(fonte Gazzetta del Sud)

brlo1 brlo2 brlo3 brlo4 brlo5 brlo6 brlo7 brlo8

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.