Dom. Mag 9th, 2021

Il Giro d’Italia arriva a Reggio Calabria e la città si prepara ad una vera e propria festa dedicata alla corsa Rosa nella sua centesima edizione. Ma al tempo stesso c’è preoccupazione per le condizioni delle strade nel primo tratto della tappa reggina, che partirà dal Lungomare anche se sarà solo una sfilata di 7 chilometri fino ad Archi dove è posto il chilometro zero. Il gruppo così percorrerà la SS18 “Tirrena Inferiore”, che è stata per l’occasione completamente riasfaltata soprattutto nella zona di Scilla e Bagnara Calabra, dove sembra liscia come una tavola da biliardo. Invece nel tratto dei comuni di Reggio e Villa San Giovanni l’asfalto è ancora dissestato, con molte buche e pericolosissimi cordoli dei tombini, autentiche “trappole” per le biciclette. Addirittura in alcuni tratti di Villa San Giovanni vengono segnalati guasti alla rete fognaria che sgorga proprio sul tracciato del Giro.

La situazione odierna a Pentimele dove la strada non è stata neanche rammendata. Insomma, altro che “splendida vetrina”: per il territorio reggino, la splendida festa del Giro rischia di trasformarsi in un terribile boomerang. E c’è chi fa polemiche sul fatto che le strade “vengono asfaltate solo per il Giro”. Ma dove? Magari fosse davvero così!!! La tanto annunciata “riqualificazione urbana” resta ancora un miraggio nonostante le promesse svanite nel nulla degli amministratori.

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.