Dom. Mag 9th, 2021

La prossima stagione potrebbe iniziare in trasferta.

Proporzionalmente a quanto succede al calcio nei massimi livelli, anche nei dilettanti le questioni strutturali sono argomento focale per piani di crescita e sviluppo societario e non solo come dimostrano le fresche immagini provenienti da Cardiff.

Negli ultimi anni si assistito ad un boom di ristrutturazione d’impianti sia sotto l’aspetto di tribune sia sotto il profilo dei terreni di gioco.

Sotto questo aspetto la Locride dimostra sofferenza ed al netto di Roccella ed poco Monasterace, nel comprensorio si registrano in quasi tutti i comuni criticità più o meno gradi rispetto agli stadi.

Particolare fermento intorno al tema stadio si registra a Locri. Dopo la salvezza ottenuta poco più di un mese fa, la società sta iniziando ad attivarsi su più fronti per cercare di salire un nuovo step affinchè possa essere disputato un campionato migliore rispetto a quello appena trascorso. Sia in termini di nuovi assetti dirigenziali, che innesti in società o anche per quanto riguarda composizione di staff e rosa, il problema del “Comunale” è al centro dello sviluppo di ogni idea.

A quanto ci è dato sapere il Comune di Locri ha completato gran parte dell’iter burocratico di sua compentenza ed è in attesa di pareri del Genio Civile per poter inoltrare tutto alla Suap affinchè venga assegnato l’appalto e conseguentemente l’inizio dei lavori.

Il “Comunale” l’ultimo restyling lo subì all’alba della stagione 2001-2002, con questi nuovi lavori, principalmente, si otterranno migliorie agli spogliatoi, la costruzione di una nuova palestra e soprattutto un terreno in sintetico.

In attesa di ulteriori novità, è possibile che gli amaranto inizieranno la loro stagione agonistica a Roccella.

(fonte Quotidiano del Sud)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.