Serie A | Trotta superstar, il Crotone rifila un poker alla Sampdoria

589

Due obiettivi diametralmente opposti, due mete diverse: questa è Crotone-Sampdoria. I calabresi per una disperata vittoria dopo le sconfitte contro Banevento e Spal che hanno rimesso i pitagorici nella zona rossa della classifica. La Samp ha l’ambizione dell’Europa League e serve far punti per non perdere il treno.

I padroni di casa si affidano al classico 4-3-3 con Stoian nei tre di centrocampo e Nalini in attacco. Solito schema anche per i blucerchiati, quel 4-3-1-2 tanto caro a Giampaolo, con Ramirez trequartista e Caprari ad affiancare Quagliarella. Squadre abbracciate ed uno stadio intero ad applaudire. Anche all’Ezio Scida si inizia con il ricordo di Davide Astori.

CROTONE DA URLO NEL PRIMO TEMPO

Pronti via e la squadra di Zenga va a mille all’ora. Tant’è che arriva subito il gol di Trotta: pallone in area, nessuno interviene e così l’attaccante rossoblu è libero di scaricare con il sinistro in porta. E’ 1-0. Al 13’ altri applausi da parte dello stadio con uno striscione indirizzato allo sfortunato capitano della Fiorentina. Al 20’ ancora Crotone in avanti: Nalini si accentra e trova un tiro che esce di pochi centimetri. Un minuto più tardi viene concesso un calcio di rigore alla squadra di Zenga: Sala affonda il tackle su Nalini e per Mazzoleni è rigore. Alla battuta Trotta che si fa ipnotizzare da Viviano ma sulla ribattuta Stoian è il più lesto e sigla il 2-0. Al 38’ c’è spazio anche per il terzo gol del Crotone: Benali calcia, ribattuta di Viviano sul petto di Trotta che controlla e segna. Tripudio rossoblu all’Ezio Scida.

ZAPATA PROVA A RIAPRIRLA, SILVESTRE-VIVIANO LA CHIUDONO

Nella ripresa la Samp prova ad imbastire quache azione offensiva  ma è ancora il Crotone che sfiora il poker a più riprese con Nalini e Mandragora. Al 70’ accorcia la squadra genovese: Zapata stoppa in area e batte Cordaz con un bel diagonale. La Samp ora spinge forte, crede nella rimonta. All’85’ autorete da “Mai dire gol”: contropiede spinto da Simy che parte dalla propria metà campo, arriva in area e trova il palo, sulla ribattuta Silvestre prova il rinvio ma trova le mani del portiere blucerchiato con la palla che termina in rete. E’ il gol del defintivo 4-1 ed è il gol che permette ai calabresi di restare in scia per la salvezza dopo la vittoria dell’Hellas nel derby ed il pareggio della Spal contro il Sassuolo.

CROTONE – SAMPDORIA 4-1

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Stoian (63’ Barberis), Mandragora, Benali; Ricci (84’ Sampirisi), Trotta, Nalini (71’ Simy). A disposizione: Figliuzzi, Viscovo, Diaby, Pavlovic, Zanellato, Markovic, Crociata, Ajeti. Allenatore: Zenga

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Ferrari, Murru; Barreto, Torreira (55’ Capezzi), Linetty; Ramirez (31’ Zapata); Quagliarella, Caprari. A disposizione: Belec, Tozzo, Andersen, Alvarez, Strinic, Praet, Regini, Verre, Kownacki. Allenatore: Giampaolo

ARBITRO: Mazzoleni della sezione di Bergamo

MARCATORI: 6’ e 38’ Trotta, 23’ Stoian, 70’ Zapata, 80’ autogol Viviano

NOTE – Ammoniti: Murru, Linetty, Martella. Recupero: 5’pt e 3’st.

(FONTE OTTOETRENTA)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.