5 Dicembre 2020

I giallorossi dominano il primo tempo, segnano in avvio e sfiorano ripetutamente il raddoppio. Nella ripresa meglio i rossoblù con Taurino che sfiora il clamoroso pari. Poi Ciccone chiude i conti con una perla

Pronto riscatto del Catanzaro, nuova sconfitta per la Vibonese. Il derby è giallorosso allo stadio Ceravolo e a sorridere sono gli uomini di Gaetano Auteri che dimenticano Rende e tornano al successo, il secondo in campionato. Nuovo kappaò per i rossoblù che escono però a testa alta. I ragazzi di Nevio Orlandi giocano un brutto primo tempo, vanno sotto, rischiano di prendere anche il secondo gol, ma nella ripresa si esprimono con ben altro piglio e sfiorano persino il pareggio con l’ottimo Taurino. Nel finale Ciccone mette tutti d’accordo siglando il due a zero con un gran gol su punizione. Niente da fare neanche per il bravo Mengoni, ex di turno giustamente applaudito.

Turn over. Gaetano Auteri punta sul solito 3-4-3 ma cambia gli interpreti. In difesa spazio Signorini, a centrocampo c’è De Risio mentre in attacco tocca a Fichnaller e, soprattutto, a Giannone, il migliore in campo in senso assoluto. Cambia anche Nevio Orlandi che ripropone il 3-5-2 con Malberti al posto dell’acciaccato Camilleri. Spazio pure per Ciotti a destra, Collodel a centrocampo e Taurino al fianco di Bubas.

Primo tempo. Si gioca davanti a oltre 4mila spettatori con un centinaio di tifosi provenienti da Vibo. Pronti, via e il Catanzaro guadagna metri fino ad agguantare il pari quando sul cronometro sono appena passati sei minuti di gioco: taglio magico di Giannone con Fishnaller che manda in tilt la difesa rossoblù e infila Mengoni per l’uno a zero. Inserimento perfetto e primo gol in campionato per l’attaccante di Bolzano. I giallorossi spingono e sfiorano ripetutamente il raddoppio. Serve,  come al solito, il miglior Mengoni per tenere in partita la Vibonese. Il portiere toscano dice no a Kanoute e a Giannone. Il break rossoblù è affidato a Taurino, il più pericoloso ma anche fin troppo isolato davanti con Bubas in ombra.  E’ il Catanzaro comunque ad andare vicino al raddoppio alla mezzora, prima con un colpo di testa di Signorini, poi con una volé di controbalzo di Giannone di poco alta. Si va all’intervallo con il Catanzaro in vantaggio e la sensazione che per i giallorossi questo risultato stia davvero stretto.

Secondo tempo. La musica cambia nella ripresa perché la Vibonese non si fa più dominare, entra determinata ed inizia a fare la partita. I rossoblù spingono e sfiorano con Taurino il clamoroso uno a uno su un’uscita maldestra di Golubovic dopo un cross velenoso di Ciotti. L’attaccante di Taranto alza la mira di un soffio e l’azione sfuma. Poi i rossoblù non sfruttano una serie di occasioni favorevoli mentre il Catanzaro si fa vedere solo sulle ripartenze ma quando affonda fa male. Kanoute colpisce la parte alta della traversa con un pallonetto. Inizia la girandola di cambi con Auteri che manda in campo D’Ursi e Ciccone mentre Orlandi vara una Vibonese a trazione anteriore con Cani, De Carolis e Melillo in campo. Il pari non arriva e al 90′ esatto Ciccone estrae dal cilindro la punizione magistrale che vale il due a zero finale.

CATANZARO-VIBONESE 2-0

MARCATORI: 6‘ Fishnaller, 45’st Ciccone

CATANZARO (3-4-3) : Golubovic; Celiento, Riggio, Signorini (32’st Pambianchi); Statella, Maita, De Risio, Favalli; Fischnaller (27’st Ciccone), Kanoute (27’D’Ursi), Giannone (37’st Iuliano). All. Auteri

VIBONESE (3-5-2) : Mengoni; Altobello (42’st Melillo), Silvestri Malberti; Ciotti, Collodel (42’st Prezioso) Obodo, Scaccabarozzi (15’st Cani), Tito; Taurino, Bubas (32’st De Carolis). All. Orlandi

ARBITRO Marchetti di Ostia Lido

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.