ORDINANZA E PROVVEDIMENTO DEL SINDACO DI ROCCELLA A SEGUITO DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID – 19

486

IL SINDACO

nella propria qualità di “Autorità sanitaria locale”

Tenuto conto che l’Organizzazione mondiale della Sanità, il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 (Coronavirus) un’emergenza sanitaria di pubblica rilevanza internazionale;

Visto il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale;

Vista l’Ordinanza del Presidente della Regione Calabria n. 3 dell’8 marzo 2020;

Ravvisata la necessità, nella propria qualità di “Autorità sanitaria locale”, di diramare raccomandazioni a tutti i cittadini, agli operatori economici e, in generale, a tutti i soggetti operanti sul territorio comunale, al fine di richiamare la loro attenzione sul rispetto delle prescrizioni poste dal D.P.C.M. in oggetto, per contrastare la diffusione del virus Covid-19;

Sentiti, ciascuno per quanto di rispettiva competenza i responsabili dei competenti uffici comunali;

Visto il T.U. sull’Ordinamento degli Enti locali, D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

Visto lo Statuto dell’Ente;

nella propria qualità di “Autorità sanitaria locale”

FA  APPELLO

al senso di responsabilità di tutti i cittadini, affinché nell’attuale situazione di grave emergenza sanitaria, si conformino rigorosamente alle prescrizioni igienico-sanitarie ed ai comportamenti sociali stabiliti dal D.P.C.M. 8 marzo 2020 recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale.

Pertanto, segnatamente,

RACCOMANDA

l’attuazione delle seguenti misure di cui al D.P.C.M. 08/03/2020:

  1. è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro (art. 3, c. 1, lett. b);
  2. si raccomanda di limitare, ove possibile, gli spostamenti delle persone fisiche ai casi strettamente necessari (art. 3, c. 1, lett. c);
  3. ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5°) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e di limitate al massimo i contatti sociali contattando il proprio medico curante (art. 3, c. 1, lett. d);
  4. l’applicazione delle seguenti misure di prevenzione igienico-sanitaria:

a)  lavarsi spesso le mani;

b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) evitare abbracci e strette di mano;

d)  mantenimento, nei contatti sociali, di   una   distanza interpersonale di almeno un metro;

e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

f)  evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;

g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati ose si presta assistenza a persone malate.

EVIDENZIA I SEGUENTI OBBLIGHI:

ai sensi del D.P.C.M. 08/03/2020, per come integrato dalla Ordinanza del Presidente della Regione Calabria n. 3 dell’8 marzo 2020,

RICORDA

che ai sensi dell’art. 2 del D.P.C.M. 08/03/2020, tra le altre, si applicano le seguenti misure:

  • (comma 1, lett. z)

DISPONE E DEMANDA

alle Forze di Polizia Locali di vigilare sull’applicazione, da parte dei titolari dei diversi esercizi interessati dalla normativa, delle prescrizioni – limitazioni e divieti anzi richiamati intimandone, all’occorrenza anche oralmente, il rispetto e rilevando le eventuali trasgressioni per il seguito di legge.

Dalla Casa Comunale, lì 09.03.2020                                                                            

                                                                                                                              Il Sindaco

                                                                                                                                         Dott. Vittorio Zito

Allegato: REGOLE GENERALI PER CONTRASTARE LA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS SUL TERRITORIO DI ROCCELLA IONICA

REGOLE GENERALI PER CONTRASTARE LA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS SUL TERRITORIO DI ROCCELLA IONICA

Di seguito si riassumono alcune regole fondamentali da seguire per contribuire a contrastare la diffusione del Coronavirus, ricordando che ai sensi del DPCM 8 marzo 2020 è stato disposto il divieto di entrata e uscita dai seguenti territori (di seguito indicati come Zona Rossa):

Se hai soggiornato o sei transitato dalla Zona Rossa dal 23 febbraio in poi. Hai l’obbligo di metterti in quarantena con sorveglianza attiva. Significa che devi mantenere uno stato di isolamento domiciliare per quattordici giorni dall’ultima esposizione e:non devi avere contatti sociali; non puoi spostarti o viaggiare; devi rimanere sempre raggiungibile per le attività di sorveglianza;   Devi subito avvisare della tua presenza il tuo Medico di Medicina Generale che ti sottoporrà alcune domande. Se non sei né residente né domiciliato in Calabria devi avvisare della tua presenza il Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di Reggio Calabria ai numeri 0965 347353 o 0965 347811 o utilizzando l’indirizzo pec dipartimentoprevenzione.asprc@certificatamail.it.  In alternativa puoi rivolgerti al numero verde 800767676.   Accertati di non avere febbre più alta di 37,5° o difficoltà respiratorie e misura la temperatura corporea due volte al giorno (mattina e sera).   Avvisa il tuo Medico di Famiglia o il Dipartimento di Prevenzione dell’ASP se la febbre sale oltre i 37,5° o appaiono sintomi di difficoltà respiratoria. In questo caso devi  indossare una mascherina chirurgica e rimanere isolato anche dai tuoi familiari. NON RECARTI AUTONOMAMENTE AL PRONTO SOCCORSO.   Ricorda che queste prescrizioni sono obbligatorie e la loro inosservanza è reato penale punito ai sensi dell’Art. 650 del Codice Penale.  
Se accusi sintomi tipici dell’influenza quali tosse, mal di gola, raffreddore e non hai avuto contatti con soggetti provenienti dalle aree di rischio epidemiologico sopra indicate  Non allarmarti!   Non recarti al Pronto Soccorso, in ospedale o in strutture ambulatoriali!   Contatta il tuo medico curante.   Rimani in casa limitando il più possibile i tuoi spostamenti fino alla guarigione.    
Se sei un ultra 65enne o sei affetto da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita. Anche se non presenti alcun sintomo influenzale, devi evitare di uscire da casa se non per stretta necessità.   Evita in ogni caso luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.   Se hai necessità di assistenza per lo svolgimento dei normali compiti quotidiani perché non puoi fare affidamento sui tuoi familiari, puoi segnalarlo al Comune al numero 0964863324.  
Se non hai alcun sintomo influenzale Ricorda: sei il soggetto al quale è chiesta maggiore responsabilità.   Devi limitare al minimo stretto necessario gli  spostamenti dalla tua abitazione;   Se ti trovi fuori di casa evita i luoghi in cui non è garantito il rispetto delle distanza interpersonale di un metro   Sospendi qualsiasi organizzazione di eventi privati (compleanni, cerimonie, ecc.) anche se organizzati in casa in quanto tali circostanze comportano  la presenza congiunta di più persone in luoghi chiusi.   Ricorda ai tuoi bambini e ragazzi che non andare a scuola in questo caso non coincide con una vacanza. Dissuadili dall’uscire di casa e se proprio necessario, raccomanda loro, verificandolo se possibile,  che frequentino luoghi che consentono il rispetto della distanza interpersonale di un metro.   Ricorda di applicare le seguenti misure di prevenzione igienico-sanitarie a) lavarsi spesso le mani; b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute; c) evitare abbracci e strette di mano; d)  mantenimento, nei contatti sociali, di   una   distanza interpersonale di almeno un metro; e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie); f)  evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri; g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce; i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico; l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati ose si presta assistenza a persone malate.

Ordinanza n° 09/SIND/del 09.03.2020

OGGETTO: Misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19: Limitazione di accesso del pubblico agli uffici comunali

IL SINDACO

nella propria qualità di “Autorità sanitaria locale”

Tenuto conto che l’Organizzazione mondiale della Sanità, il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 (Coronavirus) un’emergenza sanitaria di pubblica rilevanza internazionale;

Visto il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale;

Vista l’Ordinanza del Presidente della Regione Calabria n. 3 dell’8 marzo 2020;

Ravvisata la necessità, nella propria qualità di “Autorità sanitaria locale”, di diramare raccomandazioni a tutti i cittadini, agli operatori economici e, in generale, a tutti i soggetti operanti sul territorio comunale, al fine di richiamare la loro attenzione sul rispetto delle prescrizioni poste dal D.P.C.M. in oggetto, per contrastare la diffusione del virus Covid-19;

Considerato che a causa del progressivo evolversi della situazione epidemiologica e dell’incremento dei casi sul territorio nazionale, si rende necessario adottare opportune misure di contrasto finalizzate ad evitare assembramenti di persone negli uffici comunali aperti al pubblico

Sentiti, ciascuno per quanto di rispettiva competenza i responsabili dei competenti uffici comunali;

Visto il T.U. sull’Ordinamento degli Enti locali, D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, in particolare gli artt. 50 e 54;

Visto lo Statuto dell’Ente;

nella propria qualità di “Autorità sanitaria locale”

ORDINA

Dal 10 Marzo 2020 e fino al 3 Aprile 2020, salvo proroga,  

gli uffici comunali saranno aperti al pubblico nei seguenti orari

  • LUNEDI’ MATTINA DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.00
  • GIOVEDI’ POMERIGGIO DALLE ORE 14.30 ALLE ORE 17.00

Il solo UFFICIO PROTOCOLLO sarà aperto al pubblico dal LUNEDI’ al VENERDI’ DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 12.00.

INVITA

I cittadini e gli utenti che abbiano necessità di interloquire con urgenza con gli uffici, a richiedere specifico appuntamento ai seguenti recapiti

Ufficio Lavori Pubblici lavoripubblici@roccella.it 0964 84227-8 e seguire la guida selezionando Area Infrastrutture e territorio – 3
Ufficio Urbanistica urbanisitica@roccella.it 0964 84227-8 e seguire la guida selezionando Area Infrastrutture e territorio – 3
Ufficio Ragioneria ragioneri@roccella.it   0964 84227-8 e seguire la guida selezionando Area Programmazione e Finanze – 2
Ufficio Tributi tributi@roccella.it   0964 84227-8 e seguire la guida selezionando Area Programmazione e Finanze – 2
Ufficio Anagrafe anagrafe@roccella.it   0964 84227-8 e seguire la guida selezionando Area Affari Generali e Funzioni Istituzionali – 1
Ufficio Servizi Sociali politichesociali@roccella.it   0964 84227-8 e seguire la guida selezionando Area Servizi alla Persona e alla Comunità – 4
Ufficio Affari Generali luca.marrapodi@roccella.it   0964 84227-8 e seguire la guida selezionando Area Affari Generali e Funzioni Istituzionali – 1
Comando Vigili Urbani poliziamunicipale@roccella.it   0964863324

FA  APPELLO

al senso di responsabilità di tutti i cittadini, affinché nell’attuale situazione di grave emergenza sanitaria, limitino le esigenze di interlocuzione con gli uffici comunali ai soli casi improrogabili ed urgenti rinviando a data successiva al 4 aprile 2020 il disbrigo di incombenze che non abbiano tale natura.

DISPONE

CHE la presente ordinanza

  • sia pubblicata all’albo pretorio e sul sito web istituzionale di questo Comune, per la massima divulgazione;
  • sia comunicata al Segretario Generale dell’Ente e ai Responsabili delle Aree Funzionali.

AVVERTE

CHE avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR della Calabria entro 60 giorni dalla pubblicazione o, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni

Dalla residenza Municipale, 09/03/2020

                                                                                                                               Il Sindaco

                                                                                                                                         Dott. Vittorio Zito

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.