3 Dicembre 2020
Al tavolo con Provenzano il vicesegretario della Uil, il gioiosano Pierpaolo Bombardieri
Si tratterà del rilancio del territorio sulla base degli impegni che il Governo ha promesso per le regioni meridionali
 

Il ministro per il Sud e la coesione territoriale Giuseppe Provenzano venerdì si intratterrà con i responsabili del Corsecom e una rappresentanza dei sindaci della Locride per parlare di alcune importanti problematiche del territorio in una video conferenza appositamente programmata. Comunicazione in questo senso è stata data dalla segreteria del Corsecom, struttura associativa che, organizzata in settori tematici, da tempo operando, in sintonia con gli organismi istituzionali per favorire l’incontro e la cooperazione tra i diversi attori attivi sul territorio e da sempre ha come obiettivo quello di sensibilizzare i cittadini a una partecipazione attiva e di stimolo per un lavoro in rete e in sinergia delle varie componenti del tessuto istituzionale, produttivo e sociale.

La video conferenza con il Ministro Provenzano è stata reso possibile grazie all’impegno profuso dal vice segretario generale aggiunto della Uil, Pier Paolo Bombardieri (che parteciperà anche lui all’incontro), originario di Marina di Gioiosa, che su richiesta dei responsabili del Corsecom si è attivato per programmare l’incontro che sarà trasmesso in diretta su una emittente locale. Al centro dell’iniziativa la “ripartenza” della Locride dopo la pandemia, tra vecchie questioni, con in primo luogo il completamento della Statale 106 e nuove opportunità finalizzate al rilancio del territorio sulla base degli impegni che il Governo ha promesso per le regioni meridionali. Lo stesso Corsecom nelle ultime settimane si è molto impegnato, partecipando a vari tavoli in cui si stanno discutendo diversi temi, e data l’enorme preoccupazione per il difficile periodo che il Paese e il nostro territorio in particolare stanno vivendo, discuterà con il Ministro di alcune ipotesi progettuali che aprano le speranze verso una nuova stagione di opportunità che sembra annunciarsi.

Questo in un momento in cui sindaci, politici, l’associazionismo economico e sociale, il volontariato con tutte le sue diversificate componenti, focalizzano l’attenzione sulla carenza di liquidità che assilla produttori, commercianti, professionisti e sulle strategie da adottare per reagire alla crisi puntando alla necessità di investimenti pubblici, su risorse finanziarie ed assunzioni di nuove figure a favore dei Comuni. E ancora parlando di sanità, scuola, ambiente, beni culturali e turismo. Ciò anche in considerazione che, quanto prima, dall’Unione Europea arriveranno risorse notevoli che occorrerà spendere spenderle bene con saggezza ed onestà, eliminando i ritardi e le inefficienze del passato. Ecco dunque che l’incontro con il ministro è ritenuto dal Corsecom e dai sindaci molto importante.

Il ministro Giuseppe Provenzano è un giovane studioso assai stimato. Prima di entrare nel Governo è stato vice direttore dello Svimez, che, com’è noto, ha al centro della sua azione studi e ricerche sulla promozione del Mezzogiorno. Negli ultimi mesi ha lavorato intensamente ed ha il grande merito di essersi battuto per l’inserimento nell’ultima legge di bilancio del vincolo del 34 % a favore del Mezzogiorno sugli investimenti pubblici. Ed è suo il Piano per il Sud, presentato a Gioia Tauro lo scorso febbraio.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.