Lun. Feb 26th, 2024

La struttura, definita fondamentale dal M5S nelle persone di Tavernise e Tucci, è destinataria dal 2018 di un finanziamento di 18 milioni di euro derivante dal Fondo per lo sviluppo e la coesione.

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Dopo anni, in cui le risorse sono rimaste bloccate, nel 2022, la somma è stata messa a disposizione, con colpevole ritardo, dell’autorità di sistema portuale che ha, appunto, la competenza sul porto di Vibo Valentia.

La stessa autorità portuale ha potuto bandire le gare d’appalto, di cui sono stati giudicati e assegnati lavori per nove milioni, ma a seguito di vari ricorsi, delle ditte escluse, si è in attesa del nome definitivo assegnatario che dovrà effettuare i lavori preposti, per l’appunto.

Per gli ulteriori lavori, per cui erano stati destinati altri 9 milioni, la gara è andata persa e deserta e a seguito di ritardi e scadenze non si è potuta indire una nuova.

La Regione Calabria, pertanto, ha chiesto la restituzioni di questi 9 milioni per destinarli ad altre opere e progetti con immediata cantierabilità ma senza, effettivamente, specificare finalità e ubicazione degli stessi.

Tavernise e Tucci, già citati, contestano la decisione insieme a tutto il M5S, e hanno prodotto un’interrogazione destinata al presidente Occhiuto per la rimesse in disposizione dei fondi, in modo tale da reperire risorse necessarie al rifacimento del Porto di Vibo Marina : fondamentale dal punto di vista economico, gestionale e occupazionale.

Ricordiamo che, il governo incamera circa 250 milioni annui dalle royalties dello stesso porto vibonese e solo 25 arrivano alla regione. Soldi che, poi, fattivamente, non hanno nessun ritorno sul territorio e sull’impatto positivo nello stesso.

Il Movimento 5 stelle si dice convinto, infatti, che questa sia una battaglia di prima importanza perché trattasi di infrastruttura fondamentale per il territorio vibonese e per la Calabria tutta.

Print Friendly, PDF & Email