Dom. Apr 14th, 2024

Individuato e Indagato dai Carabinieri, l’uomo è Sospettato di Molestie Continuate nei Confronti dell’Ex Compagna

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


Un uomo campano di 40 anni, residente a Praia a Mare, è stato raggiunto da un’ordinanza cautelare emessa dal gip di Paola, con cui gli è stato imposto il divieto di avvicinamento alla sua ex compagna, oltre al divieto di dimora a Belvedere Marittimo. L’accusa è di aver incendiato l’auto dell’ex compagna, un gesto che si inserisce in una serie di molestie perpetrate durante e dopo la fine della loro relazione.

L’uomo è indagato per danneggiamento seguito da incendio, atti persecutori e maltrattamenti contro familiari o conviventi. L’ordinanza è stata emessa a conclusione di un’indagine condotta dai carabinieri di Belvedere Marittimo, coadiuvati dalla Stazione di Catanzaro – Bellamena, che hanno individuato l’uomo come il presunto autore dell’incendio doloso avvenuto il 3 marzo scorso a Belvedere Marittimo.

Secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dalla Procura di Paola, l’uomo avrebbe molestato la sua ex compagna durante la loro relazione, continuando nel suo comportamento anche dopo la fine del rapporto. Questo gesto è solo l’ultimo di una serie di azioni che hanno creato un clima di paura e insicurezza per la vittima.

Print Friendly, PDF & Email