Mar. Giu 18th, 2024


Un Milione di Euro di Beni Sganciati: La Decisione del GIP Rivista dal Tribunale del Riesame

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha emesso una decisione significativa, annullando il sequestro di un milione di euro nei confronti dell’imprenditore Enrico Dandolo, accusato di diversi reati tra cui associazione per delinquere, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e indebita compensazione. Secondo l’accusa della Procura, Dandolo avrebbe preso parte a un’associazione illecita dedicata alla creazione di falsi crediti d’imposta, per un valore superiore a 3,5 milioni di euro, successivamente convertiti in denaro attraverso la vendita a terzi, mirando ad avvicinare ignari imprenditori.

In sostanza, l’imputato, insieme ad un altro imprenditore e un commercialista, avrebbe emesso fatture per operazioni inesistenti al fine di ottenere crediti d’imposta legati a presunte operazioni di sanificazione e adeguamento di locali commerciali in risposta all’emergenza pandemica. Tuttavia, secondo le indagini, tali interventi non sarebbero mai stati effettivamente eseguiti. Questo intricato schema fraudolento non solo avrebbe ingannato il fisco, ma avrebbe anche procurato ingenti profitti a discapito dei malcapitati, contribuendo così ad alimentare un ambiente di disonestà e ingiustizia.

Print Friendly, PDF & Email