Sab. Giu 15th, 2024

Un’indagine del 2018 sul sottopasso tra Mortara e San Gregorio porta ad un’ordinanza che obbliga gli imputati a ripristinare i luoghi, nonostante la prescrizione non estingua il reato

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


La prescrizione del reato non ferma l’obbligo di ripulire l’area dai rifiuti abbandonati. Un’ordinanza del sindaco impone a quattro cittadini responsabili di una discarica non autorizzata nel sottopasso tra l’area mercatale di Mortara e la zona industriale San Gregorio di rimuovere e smaltire i rifiuti sanitari e pericolosi, oltre al ripristino dei luoghi. Questo provvedimento cerca di restituire alla comunità decoro e salubrità ambientale, nonostante i ritardi della giustizia. La vicenda, risalente al 2018, ha visto il sequestro preventivo del sito a seguito di segnalazioni alla Polizia Municipale per abbandono e incendio di rifiuti speciali e pericolosi. Nel corso del procedimento penale, si contesta ai quattro soggetti la realizzazione e gestione di una discarica non autorizzata, reato punito con pena detentiva e ammenda.

Print Friendly, PDF & Email