Ven. Mag 7th, 2021

COSENZA – PAGANESE 2-0

COSENZA (4-4-1-1): Perina 6,5; Corsi 6,5 Blondett 6 Pinna 6 D’Orazio 6,5; D’Anna 6,5 (35′ st Caccetta sv) Ranieri 6 Calamai 6 Statella 5,5; Mungo 7,5 (39′ st Criaco sv); Mendicino 6,5 (28′ st Baclet 6). In panchina: Saracco, Capece, Tedeschi, Cavallaro, Meroni, Bilotta, Madrigali. Allenatore: De Angelis 6,5

PAGANESE (4-1-3-2): Liverani 6; Alcibiade 5,5 De Santis 5,5 Carillo 5 Della Corte 5,5 (23′ st Zerbo sv, 32′ st Parlati sv); Pestrin 6; Firenze 6 Mauri 4,5 Cicerelli 6; Bollino 5,5 (41′ st Caruso sv) Reginaldo 6. In panchina: Marruocco, Gomis, Mansi, Herrera, Longo, Picone, Tagliavacche, Carrotta, Maiorano. Allenatore: Grassadonia 5

ARBITRO: Massimi di Termoli 6

MARCATORI: 3′ st, 25′ st Mungo (C)

NOTE: spettatori 3442 di cui 120 ospiti. Al 28′ st espulso Mauri (P) per gioco scorretto. Ammoniti: Carillo (P), Alcibiade (P). Angoli: 5-4 per la Paganese. Recupero: 1′ pt, 4′ st

COSENZA – Una doppietta di Mungo permette al Cosenza di accedere alla seconda fase dei playoff. Partita mai in discussione con i silani che si aggiudicano il passaggio del turno. Il Cosenza affronterà domenica prossima il Matera davanti al proprio pubblico. Il ritorno si terrà mercoledì 24 maggio in Basilicata.

Novità di formazione in casa silana. In panchina il difensore Tedeschi, al suo posto Blondett con il compagno Pinna al centro della retroguardia silana. Non ce la fa Letizia che ieri si è fatto male alla coscia. Il tecnico De Angelis opta per un 4-4-1-1 con Mungo dietro l’unica punta Mendicino. Gli ospiti, invece, propongono un 4-1-3-2 con il reparto offensivo composto da Reginaldo e da Bollino. Pestrin giostra poco sopra la difesa azzurrostellata. Letizia in tribuna per problema fisici (Foto pagina facebook del Cosenza)

CRONACA – Il primo tiro dell’incontro arriva al 3′ con una conclusione dalla distanza di Firenze: Perina si stende e para. Mendicino al 13′ si allarga e ci prova ma Liverani blocca senza problemi. Occasione in contropiede per il Cosenza al minuto 18. I silani sfiorano il vantaggio con Mungo. Mendicino si destreggia bene servendo il compagno che da due passi colpisce il palo. Partita equilibrata per le formazione scese in campo al “Marulla”.

Al 33′ Firenze sfiora l’incrocio dei pali con una conclusione che termina alta sopra la traversa. Più pericolosi gli ospiti che sono costretti a vincere, in ogni caso, per sperare nel passaggio del turno. Al minuto 43 trema il Cosenza con un diagonale insidioso di Alcibiade: palla fuori di un niente. Un minuto di recupero e squadre negli spogliatoi.

Inizio della ripresa senza alcun cambio da entrambe le parti. Al 2′ Mauri fallisce il vantaggio da due passi grazie all’intervento provvidenziale della difesa che devia in angolo. Dopo sessanta secondi contropiede micidiale del Cosenza. Mendicino parte in velocità riuscendo a superare l’avversario. Dal lato destro l’attaccante serve Mungo che di piatto trafigge Liverani. La reazione dei campani arriva al minuto 8 con Cicerelli che tenta il tiro d’inerzia: conclusione da dimenticare.

Palla fuori di un nulla sugli sviluppi di un calcio piazzato di Firenze: tutto questo quando l’orologio segna il 19′. Primo cambio ospite al 22′: esce Della Corte ed entra Zerbo. Al minuto 25 Mungo chiude la pratica Paganese. Un velo di D’Anna permette a Corsi di involarsi in bello stile riuscendo a servire Mungo che da pochi passi non sbaglia con un preciso rasoterra. Al 28′ De Angelis si gioca la carta Mendicino per fare posto a Baclet. Zerbo, entrato da poco, lascia il campo per Parlato. Nel frattempo Mauri commette un’ingenuità e viene espulso. Reginaldo prova a riaprire l’incontro ma Perina si oppone. Ultimo cambio per i silani al minuto 39: Criaco entra al posto di un acclamato Mungo. Massimi di Termoli assegna 4 minuti di recupero durante i quali la Paganese tenta di ottenere la rete della bandiera. Finisce con il punteggio di 2-0 l’incontro del “Marulla”.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.