Calcio a 5 – Serie C1 | Il Futsal Polistena c’è! Big match e vetta a -1

415

Nella diciassettesima giornata copertina tutta per il Futsal Polistena, che si aggiudica il big match contro il Bisignano Magic Games e torna a -1 dalla vetta della classifica. Rossoverdi che reagiscono al gol di AF9 (a segno per l’undicesima partita di fila) e prendono il largo grazie soprattutto ad un super Matteo Calabrese, concludendo poi in trionfo per una vittoria che li riabilita a pieno titolo nella corsa alla B. Per il Bisignano uno “schiaffo” che fa male, ma che ovviamente lascia tutto aperto riguardo al grande obiettivo stagionale, a patto che in casa biancoceleste arriverà la pronta reazione già dall’insidioso match di sabato prossimo contro il Città di Cosenza.
Il Mirto è stato “stoppato” in pieno recupero dalla Sensation Profumerie, che grazie a Simari e alle parate dell’estremo difensore Battaglia ha conquistato un punto prezioso in chiave salvezza. La formazione del presidente Salvino rimane comunque in testa al campionato.
Insolito 0-0 nel match tra LS Spadafora Games Traforo (altra occasione persa per i rossanesi) e Polistena C5 (ottimo pari per il Branco di Spanò), ne approfitta l’Enotria Five Soccer, che batte per 3-1 il Bovalino e si avvicina alla zona play-off. Sabato prossimo match chiave proprio contro la formazione di Madeo al PalaEventi. Amaranto sempre più giù in classifica, ma che al PalaGallo non hanno affatto demeritato, mostrando indubbiamente segnali di ripresa e soprattutto di essere vivi.
Importantissima vittoria sulla Lamezia Soccer per il GLS Kroton, che mette tra sé 4 punti di distanza dalla zona play-out, in cui si ritrovano coinvolte il sopracitato Bovalino e il Città di Cosenza: per i Lupi brutto ko casalingo contro la Maestrelli, al primo successo esterno stagionale e al momento fuori dagli spareggi retrocessione.
“Manita” dell’Amantea alla Roglianese e altro segnale importante per i blucerchiati, che continuano così a credere nell’impresa salvezza.

 

SENSATION PROFUMERIE – LM MIRTO 1-1

Marcatori: st 41′ Schiavelli (M), 61’ Simari (SP)

Sensation e Mirto schierate a centrocampoSensation e Mirto schierate a centrocampoLa Sensation Profumerie C5 ferma la prima della classe pareggiando 1-1 in casa contro l’LM Mirto. Un partita scandita da tante azioni da goal da parte di entrambe le squadre: il primo tempo si conclude senza reti; nella ripresa ci sono più spazi e all’11’ minuto, su un tiro di Schiavelli deviato da Minnella, arriva il vantaggio ospite. Ma è una Sensation Profumerie C5 che oggi non ci sta a perdere nonostante la rosa a disposizione di Mister Gallo sia stata ridotta a causa degli infortuni che hanno coinvolto in settimana il portiere Romeo e Origlia, ai quali 14′ minuto de secondo tempo si aggiunge G. Cremona che è costretto ad abbandonare il campo dopo un contrasto di gioco. Dopo un paio di occasioni nelle quali l’LM Mirto sfiora la rete de 2-0 sapientemente neutralizzate da Battaglia, protagonista oggi di una splendida prestazione, arriva il goal del pareggio per la squadra bianco-rossa firmato da Simari. Il match si chiude con un giusto pareggio che aggiunge un prezioso punto per la salvezza ai ragazzi gioiosani. (Ufficio Stampa ASD  Sensation Profumerie C5)

FUTSAL POLISTENA – BISIGNANO MAGIC GAMES 5-2

Marcatori: pt 32’ Ferraro (B); st 33’, 36’, 42’ Calabrese (FP), 53’ Creaco rig. (FP), 57’ Ferraro (B), 62’ Dile Gomes (FP)

Creaco (Futsal Polistena)Creaco (Futsal Polistena)Una vittoria fortemente voluta dal Futsal Polistena, che dimostra tutto il suo valore e, nonostante continui a dover fare i conti con un’infermeria sempre più affollata (oltre a Scopelliti, Sinopoli e Poltronieri in settimana distorsione alla caviglia per Cannizzaro, contratture per Wellington e Varamo), riesce a battere il Bisignano Magic Games nel big match della 17^ giornata. Primo tempo molto tattico, con tre-quattro occasioni nitide per il Futsal e con un super Rotella che negava la gioia del gol ai padroni di casa, mentre il Bisignano Magic Games si faceva vivo un paio di volte dalle parti di Kleber (autore di un’ottima prestazione). Il secondo tempo arrivava subito il timbro di Ferraro, ma i rossoverdi reagivano trascinati da un mostruoso Matteo Calabrese: botta violenta, palla che tocca la traversa, sbatte su Rotella e s’infila nel set per l’1-1, secondo gol spalle alla porta con astuzia e classe batte di tacco il portiere avversario e terzo gol era un diagonale forte e preciso sul secondo palo. Al 53’ arrivava anche il 4-1 per i padroni di casa grazie ad un rigore dell’ “illusionista” Creaco, così Barbuto si sistemava col quinto uomo e trovava il 2-4, ma la rimonta non riusciva agli ospiti, anzi allo scadere Dile Gomes firmava il definitivo 5-2. La società Futsal Polistena, nella persona del dirigente Fusco, ha voluto fare i complimenti al duo arbitrale per l’ineccepibile direzione di gara.

LS SPADAFORA GAMES TRAFORO – POLISTENA C5 0-0

Traforo Spadafora e PC5 schierate a centrocampoTraforo Spadafora e PC5 schierate a centrocampoUn tempo per parte e pari sostanzialmente giusto tra Traforo Spadafora e Polistena C5.
Nella prima frazione meglio i padroni di casa, che colpiscono una traversa con Salerno e costringono il portiere polistenese Cordì ad un paio d’interventi provvidenziali sulle conclusioni di Taibi e Cosentino.
Nella ripresa equilibrio nella prima parte, con i rossanesi che colpiscono un altro legno con Dedè, poi salgono in cattedra Politanò e compagni ed è Taibi a risultare decisivo in tre circostanze.
Match correttissimo tra due società gemellate.

GLS KROTON – LAMEZIA SOCCER 3-1

Marcatori: pt 12’ L. Martino, 14’ Gerace; st 49’ Deodato (L), 63’ L. Martino

Ingresso in campo GLS Kroton-Lamezia SoccerIngresso in campo GLS Kroton-Lamezia SoccerPrimo tempo tutto di marca Kroton quasi sempre nella metà campo lametina. Al 7′ esce per infortunio alla spalla Pierpaolo Martino del Kroton. Dopo 10′ minuti di studio uno-due micidiale dei padroni di casa che con L.Martino e Gerace portano i suoi sul 2-0. Timida reazione del Lamezia che impegna Russo soltanto una volta. Al 20′ il Kroton commette il quinto fallo ma gli ospiti sfruttano questo vantaggio solo allo scadere ma Morelli si fa ipnotizzare da Russo e le squadre fanno a riposo sul 2-0. Ammoniti Gerace, Tricoli e Zanda per il Kroton.
Ripresa che vede il Lamezia sotto di due reti ripartire per cercare di recuperare ma sono poche e confuse le idee degli ospiti e non riescono a scardinare l’organizzazione tattica degli uomini di mister Orto. Al 45′ però trovano un eurogol con Marullo contestatissimo e che annullato un minuto dopo con le squadre che avevano già battuto la ripresa del gioco. Dopo un paio di minuti è Deodato ad accorciare le distanze siglando il gol del 1-2. A questo punto i ragazzi di Bebo Carrozza ci credono e si buttano in avanti per conquistare il pareggio utilizzando anche la tattica del portiere di movimento. Ma nonostante gli sforzi una grande difesa rossoblu’ ed un paio di miracoli di Russo negano la gioia del pareggio. Al 3′ di recupero Martino spegne definitivamente i sogni lametini timbrando il 3-1. C’è tempo anche, al 5′ di recupero, per un tiro libero di Tricoli parato da Bentornato. (Francesco Bruno)

ENOTRIA FIVE SOCCER CATANZARO – BOVALINO 3-1

Marcatori: pt 3’ Chiaravalloti, 6’ Zurlo (B), 15’ A. Capicotto; st 62’ Giampà

Le squadre e il duo arbitrale prima di entrare in campoLe squadre e il duo arbitrale prima di entrare in campoAl termine di un match divertente e ricco di occasioni (con i due portieri protagonisti) l’Enotria Five Soccer Catanzaro conquista una vittoria fondamentale per 3-1 contro il Bovalino.
Cronaca. Squadre che si presentano al match con tante assenze da una parte e dall’altra. Levato, Mario Capicotto e Carnuccio sono out per i giallorossi, Barilla, Clemente e Pipicelli per gli amaranto.
L’inizio dei padroni di casa è più convincente con Chiaravalloti che già 10’’ dopo il fischio d’inizio chiama Pascale al primo intervento di giornata in uscita. Lo stesso Pascale però non può far nulla quando al 3’ proprio Chiaravalloti conclude con un perfetto diagonale ad incrociare dalla destra una ripartenza veemente dei suoi.
Gli ospiti entrano pian piano in partita e al 5’ sfiorano il pari con un potente tiro da posizione defilata di Oliveri che colpisce l’esterno della rete. Pari che arriva 1’ dopo: angolo di Pipo Urbano per il catanzarese Zurlo, che di prima intenzione brucia Loprieno. Insiste la formazione di Venanzi con Patamia, murato dal portiere avversario in contropiede al 9’, poi Fasolino da una parte e Zurlo dall’altra non arrivano per un soffio a correggere i tiri-cross dei rispettivi compagni.
Al 15’ in seguito ad un angolo scaturito da un’altra bella parata di Pascale su Brandonisio, l’Enotria Five trova il nuovo vantaggio con una “chirurgica” conclusione rasoterra di Andrea Capicotto. A questo punto il Bovalino spinge con insistenza alla ricerca del 2-2: al 18’ tiro-cross di Avarello, Loprieno la toglie dai piedi di Zurlo a due passi dalla porta e, sul prosieguo dell’azione, rinvio dei padroni di casa direttamente su Patamia, che al volo conclude alto. Al 22’ assist di Zurlo per Patamia che, a tu per tu con Loprieno, conclude addosso all’estremo difensore giallorosso. Enotria Five vicina poi al 3-1 con Brandonisio che spara alto a botta sicura e Giampà, che di testa chiama Pascale ad una difficilissima parata in controtempo.
Un'azione di gioco con il Bovalino in attaccoUn’azione di gioco con il Bovalino in attaccoNella ripresa si segnerà solo un gol, tra l’altro nel finale, ma la partita è tutt’altro che bloccata, anzi! All’8’ una punizione a giro di Pipo termina a lato d’un soffio. Seguono due azioni quasi in fotocopia con Brandonisio da una parte e Zurlo dall’altra “murati” rispettivamente da Pascale e Loprieno.
Poi è Pascale ad ergersi a vero e proprio baluardo a difesa della propria porta: decisiva la sua deviazione sul palo colpito da Brandonisio, poi sugli sviluppi di un corner doppia parata ancora su Monterosso e Brandonisio. Il duello tra Monterosso e il pipelet amaranto, senz’ombra di dubbio il migliore tra i suoi, prosegue ancora poco dopo, quando il tocco dello stesso Pascale devia la conclusione del numero 10 catanzarese sul palo. Al 13’ sempre Monterosso, dopo un’azione insistita sulla destra, scarica al centro per Chiaravalloti, che a botta sicura spara alto. L’Enotria Five non riesce a chiuderla, così il Bovalino prende coraggio e aumenta la pressione, trovando  tre occasioni importanti con Pipo, che colpisce la traversa al 15’, Oliveri, che a seguito di una ripartenza di Zurlo e dell’assist del già citato Pipo, conclude alto da posizione favorevole, così come Patamia poco dopo. A questo punto, con i minuti che scorrono inesorabilmente senza che la situazione si sblocchi, mister Venanzi decide di inserire Pipo come portiere di movimento: il Bovalino (rimasto insoddisfatto della direzione arbitrale) sfiora il pareggio con Patamia (esterno della rete), la formazione di casa il suo terzo gol con Monterosso, che ci prova a porta sguarnita dalla propria metà campo, ma vede la stessa terminare a lato. Terzo gol che arriva comunque in pieno recupero: Giampà approfitta di un controllo difettoso di Pipo da ultimo e chiude definitivamente i giochi.

CITTA’ DI COSENZA – MAESTRELLI 1-3

Marcatori: pt 10’ Arcudi, 31’ Galiano (CS), 33’ Arcudi; st 43’ Nigero

Il capitano del Città di Cosenza Marco Galiano e il duo arbitrale prima dell'ingresso in campoIl capitano del Città di Cosenza Marco Galiano e il duo arbitrale prima dell’ingresso in campoNella 4a giornata del girone di ritorno il Città di Cosenza è atteso da una sfida cruciale per raggiungere l’obiettivo finale: i rossoblù del presidente Fuoco ospitano al “PalaFerraro” la Maestrelli, staccata in classifica di soli due punti. I lupi non si presentano certo nelle condizioni ideali a questo scontro diretto: Fortino C., appiedato dal giudice sportivo, siede in tribuna mentre Casella, nonostante il dito rotto, ha voluto a tutti i costi seguire ed incitare i propri compagni dalla panchina. Sugli spalti nutrita presenza di pubblico anche grazie alle costanti iniziative del “gruppo LiFE“.
Troppo importanti i tre punti in palio oggi ed il gioco ne risente con gli ospiti chiusi e pronti a sfruttare le veloci ripartenze come nell’occasione del gol del vantaggio con Arcudi. Sui lupi forse pesano gli strascichi dell’influenza dell’ultima settimana e non riescono a concludere in porta. Al 29° Cuconato è bravo a respingere il colpo di testa del numero 9 ospite Nigero. Durante i 4 minuti di recupero la gara si infiamma: al 31° arriva il pari di Galiano, al 33° è nuovamente Arcudi a portare in vantaggio i suoi. Al 34° tiro libero per la Maestrelli ma capitan Arcudi spedisce alto.
Nella ripresa lo spartito non cambia con il Città di Cosenza che cerca di recuperare il passivo e gli uomini di mister Lorenti bravi a chiudersi e ripartire. Ed è proprio grazie ad una veloce ripartenza che Nigero realizza l’1 a 3. I rossoblù si schierano con il quinto ma la Maestrelli chiude benissimo tutti gli spazi. Potrebbe riaprire la partita Galiano al 22° su tiro libero ma la sua conclusione termina alto. Ora la strada per la salvezza si fa sempre più complicata… (Ufficio Stampa Città di Cosenza Calcio a 5)

AMANTEA – ROGLIANESE 5-1

Marcatori: 18’ Bonocore, 20’ Mammola; st 38’, 40’ Chiuso, 51’ Fuoco (R), 55’ Canonaco

La foto-vittoria negli spogliatoi dell'Amantea La foto-vittoria negli spogliatoi dell’AmanteaUno di quei sabati che ispirano tanta fiducia, che proiettano verso una bella attesa per il match decisivo per la salvezza in quel di Lamezia. Minuti iniziali di sostanziale apatia calcistica, poi però la Blucerchiata fa valere la propria superiorità, tirando più spesso e mettendo paura all’estremo ospite. La sblocca al 21esimo il solito Bonocore, che si accentra e la piazza nell’angolo dal limite dell’area. Pochi minuti e Carmelo Mammola fa il secondo, finalizzando un contropiede. De Luca potrebbe chiuderla al 25esimo ma cicca la palla a pochi passi dal portiere. Nel secondo tempo Davide Chiuso trova la gioia del suo primo gol in carriera intorno al minuto 10, un bel tiro dalla distanza che gela tutta la difesa. E’ evidentemente la sua giornata di gloria, infatti fa il bis facile facile dopo qualche minuto. 4-0 ma la pratica non si mette in archivio perché il numero 21 ospite trova un sinistro deviato dalla distanza che certifica il gol della bandiera, mentre poco prima Zerbo aveva dovuto murare una punizione da 3 metri. Il 5a 1 è del giovanissimo (16 anni) Checco Canonaco, che si becca un meritato tributo di applausi dopo aver appoggiato in rete l’assist di Filice. (Ufficio Stampa Amantea Calcio a 5)

RISULTATI E CLASSIFICA DOPO LA 17° GIORNATA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.