Sab. Apr 10th, 2021

 Nel giorno della befana riprende il campionato di serie D dopo la sosta per le festività (foto copertina fonte sito calabriagol.it). La prima giornata di ritorno ha visto scendere in campo la Cittanovese che in casa non va oltre il pareggio contro al Sancataldese. Il Castrovillari perde la prima gara dell’anno in casa contro il Portici subendo tre reti. La Palmese ospite in terra sicula torna a casa con in dono i tre punti pieni grazie al rigore realizzato da Bonadio. Il Locri che in casa era andato sotto per ben due volte contro la Nocerina, riesce a raggiungere il pareggio e guadagnare un buon punto. Infine il Roccella subisce una brutta sconfitta, ben cinque reti al passivo per i calabresi contro una Turris devastante.

CITTANOVESE – SANCATALDESE 1-1

Solo un pareggio per la Cittanovese fermata in casa dalla Sancataldese. Un gol per tempo con gli ospiti ad aprire le marcature nei primi minuti del match e i padroni di casa a replicare al rientro dagli spogliatoi.

Sin dall’inizio si vede una Cittanovese volitiva e che va vicinissima al vantaggio dopo 8’: sugli sviluppi di un corner gran colpo di testa di Postorino ma i riflessi dell’ex portiere della Palmese Franza sono super tanto da negare al giocatore avversario la gioia del gol. Nemmeno il tempo di dannarsi per l’occasione fallita che la squadra di Zito finisce sotto: azione di rimessa dei siciliani che sorprendono la Cittanovese in un inspiegabile 2 contro 1 e per Montalbano è un gioco da ragazzi, con un morbido tocco sotto, scavalcare Cassalia.

I padroni di casa spingono, specie sulla sinistra dove c’è Barilaro che si adatta bene al lato a lui meno congeniale aiutando Postorino a mettere in difficoltà i difensori isolani. Proprio sui piedi di Barilaro capita una grossa chance, dopo un errore della retroguardia ospite, ma l’esterno ex Ancona calcia male. La Cittanovese in realtà il gol lo trova pure ma l’arbitro annulla per un fuorigioco apparso ai più molto dubbio.

La Sancataldese, ordinata, prova a pungere in contropiede specie con il furetto Ficcarrotta, ma sembra soffrire tanto sui corner. E su uno di questi, ad inizio ripresa, irrompe Abayian che con la sua zampata impatta il match. Il gol ringalluzzisce i giallorossi che spingono alla ricerca del vantaggio ma sembrano mancare di cattiveria negli ultimi sedici metri. Esponendosi, in qualche circostanza, anche ai pericolosi contropiedi ospiti, specie con Ficarrotta.

Finisce cosi con un pareggio che muove la classifica di entrambe, ma resta il rammarico per la Cittanovese poiché il bottino pieno avrebbe significato quarto posto in classifica. Domenica prossima per i giallorossi la trasferta di Castrovillari contro il Rotonda: un match sicuramente alla portata a patto che ci sia maggiore cattiveria sotto porta e meno distrazioni in fase difensiva.

CASTROVILLARI – PORTICI 1-3

Il Castrovillari inizia il 2019 giocando tra le mura amiche. L’avversario di turno è il Portici. I rossoneri iniziano da subito la gara portandosi in area avversaria con più determinazione e sfiorando la rete. Il vantaggio si concretizza al 15’pt ad opera di Ielo che non sbaglia davanti all’estremo difensore avversario. I calabresi sfiorano a più riprese il doppio vantaggio ma sono gli avversari che pareggiano i conti al 38’pt con la rete di Nappo. Non succede più nulla di importante fino al fischio dell’arbitro che sancisce la fine della prima parte di gara. La ripresa inizia con i rossoneri che si fanno pericolosi davanti l’estremo difensore avversario ma è bravo a sventare la minaccia in più di un’occasione. Gli avversari provano a portarsi in area avversaria, ci riescono ma la difesa calabrese è brava a spezzare le trame degli attaccanti. La gara sembra rimanere bloccata sul pareggio quando accade l’inaspettato, il Portici si porta in vantaggio al 35’st con Onda. Il Castrovillari a questo punto prova un forcing nella speranza di prendere almeno un punto ma nulla da fare. La gara termina addirittura con la terza rete, a tempo scaduto, ancora una volta con Onda. Brutta sconfitta questa per il Castrovillari che aveva fatto vedere, in realtà, un buon gioco.

CITTA’ DI MESSINA – PALMESE 0-1

I neroverdi iniziano la prima gara del girone di ritorno in terra sicula contro un Città di Messina non del tutto semplice da affrontare. Entrambe le squadre iniziano a ritmi elevati cercando di andare a rete sin dai primi minuti di gara. Gli estremi difensori hanno avuto infatti il loro bel da fare. La Palmese che non vuole perdere punti prova con più insistenza ad andare in rete ma nulla da fare. La prima parte di gara quindi si chiude a reti inviolate. La ripresa inzia con gli avversari che si rendono più pericolosi e più vogliosi di portare a casa l’intera posta in palio. L’estremo difensore del Messina si è reso protagonista in più di un’occasione sventando le incursioni degli attaccanti calabresi. I neroverdi raggiungono il vantaggio grazie ad un penalty concesso dal direttore di gara. Bonadio si è preso la responsabilità di battere dagli undici metri e con grande freddezza ha messo a segno la rete che ha portato alla vittoria. Non succede più nulla fino al fischio finale del direttore di gara. Ottima vittoria questa per i calabresi che si fanno un bel regalo nel giorno della festività dell’epifania.

LOCRI – NOCERINA 2-2

Il Locri torna in campo, tra le mura amiche, contro un’avversaria di tutto rispetto come la Nocerina. Tre nuovi innesti di tutto rispetto ci sono stati durante il mercato di riparazione, uno per reparto. La volontà della società è del resto quella di arrivare quanto prima alla salvezza. Andando alla gara, inizia sin da subito con gli avversari che fanno pressing cercando la rete del vantaggio che arriva al 3’pt con l’argentino Salto. La reazione del Locri è immediata e si rende pericoloso con Carbone ma è bravo l’estremo difensore del Nocerina a neutralizzare. La partita prosegue senza grandi emozioni fino al 35’pt quando i molossi mettono a segno la seconda rete con Simonetti. L’undici di Pellicori però non merita questo risultato e infatti al 41’pt accorcia le distanze con la bella rete di Demarco. Il primo tempo si chiude quindi con gli avversari in vantaggio. Il secondo tempo inizia con il Locri che già dai primi minuti cerca di pareggiare i conti. Lo stesso Pellicori infatti fa rientrare la squadra sul terreno di gioco con il primo cambio, dentro Foti e fuori Marte. La Nocerina si fa pericolosa in due occasioni ma è il Locri ad andare a segno e a pareggiare, al 28’st grazie alla bella rete di Carbone. La gara non ha più grandi sussulti fino al fischio finale del direttore di gara. Ottimo punto per i padroni di casa che hanno recuperato una gara che era partita in negativo.

TURRIS – ROCCELLA 5-0

Il Roccella in questa prima dell’anno ha affrontato fuori casa il Turris e nota tanto importante quanto grave che durante il mercato ha perso una pedina importante in attacco capace di fare la differenza, Augustin Kargbo è rientrato al Crotone. In campo però da subito il neo acquisto Adusa, attaccante ghanese che non deve far rimpiangere la partenza di di Kargbo. La gara inizia con il Roccella pericoloso sin da subito con Pizzutelli. L’undici di Passiatore inizia a fare un pressing che costringe gli avversari a stare nella propria metà di campo. Verso il quarto d’ora finalmente la Turris inizia a prendere le misure agli avversari e prova a conquistare metri, iniziando a mettere in difficoltà i calabresi. Al 20′ pt arriva la rete della Turris con Addessi che non sbaglia dopo aver ricevuto un cross da Celiento. Al 24’pt arriva la seconda rete ancora una volta ad opera di Addessi che dopo aver driblato due avversari batte Scuffia in uscita dai pali. Il Roccella cerca di rispondere e si fa pericoloso con Adusa in due occasioni. Il primo tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio. Inizia il secondo tempo e già al 3’st la Turris fa tris con la rete di Longo. Il Roccella effettua alcuni cambi nel tentativo di accorciare le distanze ma al 34’st viene concesso un rigore per i padroni di casa che non sbagliano e con Celiento vanno sul 4-0. Arriva anche la quinta ed ultima rete al 48’st ancora una volta con Longo. Brutta sconfitta per i calabresi. E’ la peggior sconfitta da quando il Roccella è in Serie D.

Nelle altre gare della prima di ritorno il Bari capolista vince contro il Messina. La gara tra Acireale e Troina invece viene rinviata a causa del maltepo. Igea Virtus e Gela non vanno oltre il pareggio, gara a reti inviolate per loro. Infine il Marsala vince contro il Rotonda grazie alle reti, una per tempo di Lo Nigro e Manfrè.

QUI RISULTATI E CLASSIFICA DOPO LA 18° GIORNATA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.