Dom. Giu 26th, 2022

A fronte degli eventi verificatisi oggi – allontanamento di numerosi migranti che si sono riversati nei vari lidi del lungomare di Roccella Ionica creando turbativa dell’ordine e la sicurezza – nonchè relativamente alla difficoltosa e cogente gestione delle fasi successive
all’ennesimo sbarco del 06 agosto u.s., questa O.S. ritiene improcrastinabile dare il via a delle scelte fin da troppo tempo rimandate. Scelte in assenza delle quali si pongono in grave
rischio la sicurezza e la salute degli operatori di Polizia ed a seguire quelle della cittadinanza intera.
L’argomento sbarchi, fenomeno atavico e conclamato, è stato sempre trattato come “emergenza”, un termine decisamente improprio visto che il vocabolario della lingua italiana lo definisce: circostanza imprevista, accidente…, una definizione indiscutibilmente errata. Oramai da molti decenni non riveste più carattere di eccezionalità ma di normalità.
Si continua però a lavorare in “emergenza” come se si volesse elevarlo a criticità e difficoltà maggiori di quelle che già naturalmente gli appartengono. Come se si volesse
trovare una giustificazione alla condizione di “pressapochismo” che viene dedicato all’uso delle strutture – inidonee sotto tutti i punti di vista – ed all’uso impari, sproporzionato e azzardato del personale delle FFOO rispetto al numero dei migranti. Condizioni di criticità determinate dalla totale indifferenza di chi tratta questi eventi
rispetto ai reali problemi che rimangono a totale carico degli operatori “sul campo”. Operatori che potrebbero divenire poi, destinatari di provvedimenti sanzionatori in caso di
“defaillence” della gestione dovuta alla spropositata equazione “carico di lavoro e personale impiegato” nonchè inadeguatezza delle strutture contenitive.
Questa è la fotografia di ciò che accade! Il S.I.U.L.P. intende adesso più che mai
prendere le parti degli Operatori di Polizia su cui si è per fin troppo tempo lasciato l’onere di questa cogente situazione.

Si rende necessario istituire una task force che possa affrontare tali fenomeni dal punto di vista dell’impiego delle risorse umane nonchè un adeguamento delle strutture
deputate all’accoglienza, nello specifico quella di Roccella Ionica. La necessità di urgenti lavori di adattamento è assolutamente inderogabile così da rendere efficace ed efficiente il servizio di vigilanza e scongiurare che i migranti si
allontanino arbitrariamente dal luogo di accoglienza. Condizione questa che pone in grave pericolo l’ordine e la sicurezza pubblica.
LA SEGRETERIA PROVINCIALE

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI