Mer. Gen 27th, 2021

La situazione attuale del “Ripristino della funzionalità del sistema depurativo e fognario” che ha interessato poco meno di un anno fa i comuni di Bianco (capo fila), Bovalino, Casignana e Benestare è ancora in discussione, e con l’approssimarsi della stagione estiva appare alquanto normale che i primi cittadini dei comuni interessati si “agitino ed alzino la voce” per evitare che accada ciò che tutti ben ricordiamo e temiamo.

Proprio l’anno scorso, di questi tempi, l’intero impianto è stato messo ulteriormente sotto la lente d’ingrandimento (lo aveva già fatto la magistratura ordinaria) a causa dei continui e pericolosi sversamenti a mare causati dalle diverse criticità emerse lungo tutto il tragitto dell’impianto di sollevamento; per far fronte a quella drammatica situazione era intervenuta, con somma urgenza, direttamente la Regione Calabria che ha prima stanziato 1,2 milioni di euro e poi provveduto a far realizzare da una ditta specializzata (la “Idrotecnica s.r.l.”, vincitrice della gara d’appalto) tutte le opere necessarie alla risoluzione finale della problematica. I lavori, come noto, sono stati ultimati il 9 gennaio 2018 mentre il 9 maggio scorso è terminato il periodo di“manutenzione provvisoria” a carico della ditta, previsto dal capitolato d’appalto.

Ma come dicevamo all’inizio, i nodi non sono stati ancora tutti sciolti, lo testimoniano alcune criticità emerse in questi ultimi mesi (anche se di lieve entità) e lo testimonia soprattutto la necessità da parte della Giunta guidata dal Sindaco di Bovalino, Avv. Vincenzo Maesano, di chiedere ufficialmente (delibera n. 114 del 10/05/2018) alla ditta appaltatrice dei lavori “la necessaria e formale comunicazione relativa a: ultimazione dei lavori, relativo collaudo o comunque l’avvio della procedura di collaudo e la certificazione di regolare esecuzione dei lavori stessi”, cosa che allo stato dei fatti non sarebbe ancora pervenuta all’Ente. Ed è proprio in considerazione di questi mancati adempimenti formali da parte della ditta e per cautelarsi dal punto di vista strettamente tecnico, che la Giunta, ha ritenuto necessario deliberare di chiedere alla Regione Calabria il prolungamento dei tempi della “gestione provvisoria”(richiesta già avanzata), per evitare di subire ingenti e negative conseguenze derivanti dal mal funzionamento dell’impianto di depurazione fognario.

Ovviamente, nel frattempo, non si è rimasti con le mani in mano ed i comuni (Bianco in primis) si sono già attivati per la predisposizione delle procedure necessarie all’avvio della “gestione ordinaria” dell’impianto, compresi i costi da quantificare ed affrontare; costi che naturalmente andranno poi ripartiti a carico di ogni singolo comune. A rafforzare ciò, nella stessa delibera di Giunta, il primo cittadino di Bovalino ha esortato gli altri Sindaci a sostenere questa necessità proprio per evitare che, come accaduto spesso nel passato, una gestione provvisoria possa protrarsi sine die nel tempo, con ovvie ricadute negative sul territorio e sulla comunità. Da quanto è dato sapere il comune di Bianco (capo fila) si è già attivato in tal senso e si spera, quindi, di poter giungere al più presto alla stipula della convenzione consortile che consenta di gestire in proprio l’intero impianto.

Dal quadro rappresentato emerge chiaramente la necessità che la Regione Calabria non abbandoni proprio nel momento di maggior bisogno i comuni, e come un buon padre di famiglia provveda, invece, agli ultimi adempimenti necessari, altrimenti si rischia di aver perso soltanto tempo e denaro. In merito all’intera questione il Sindaco Maesano ha dichiarato: “Non potevamo stare con le mani in mano, c’è l’immediata esigenza di garantire la salute pubblica, di salvaguardare l’ambiente e renderlo sempre più salubre ed evitare, nel contempo, di pregiudicare l’avvio della stagione estiva che è ormai alle porte. Proprio per questo, già da oggi, inizierà la pulizia della spiaggia sul nostro territorio comunale. Si partirà dal lato nord (zona Pintammati) per arrivare poi a concludersi in zona Frazzà-Bonamico. Partiamo in anticipo proprio per garantire sia ai bagnanti che ai gestori degli stabilimenti balneari una spiaggia pulita. Anche questo, per noi, è un segno tangibile del cambiamento che è già in atto”.

fonte: http://www.calabriainforma.com

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.