SERIE D | CITTANOVESE, CHE RIMONTA! COL SAVOIA TRE PUNTI D’ORO

219

Franceschini: «Con la vittoria ora siamo più sereni»

Vittoria rocambolesca dei pianigiani: domina l’incontro, nella prima frazione di gioco il Savoia, sciupa troppe occasioni da rete e poi accade l’imponderabile che cambia volto e risultato al match. La differenza di valori in campo si è vista tutta con le squadre a ranghi completi: ospiti determinati e, forti di una migliore tecnica, impegnati a costruire la manovra, con i pianigiani a difendere strenuamente a baricentro basso il risultato. Almeno cinque le occasioni da rete fallite dagli ospiti a fronte dello sporadico colpo di testa di Aloia, al 19′, finito alto sulla traversa. Una macchina di gioco ben oleata il Savoia che ha solo peccato di concretezza nel finalizzare un peccato che è costato caro ai campani, costretti a ridimensionarsi nel gioco e nel ritmo dopo le espulsioni di Guastamacchia sul finire del primo tempo per un brutto fallo di gioco ai danni di Tripicchio e di Oyewale in occasione del pareggio dei pianigiani per un colpo proibito ai danni di Lavilla segnalato dall’assistente di linea. E pure l’inizio ripresa, con gli ospiti già in 10, non è stato dei migliori per i padroni di casa: al 2′ un preziosismo balistico di Cerone su calcio piazzato portava in vantaggio i campani. Sembrava notte fonda per i pianigiani e, invece, Franceschini riusciva a scuotere la squadra, rimodulava l’assetto potenziando il settore avanzato. Il pareggio lo firmava Garcia, abile a girarsi in area ed insaccare in diagonale e gli ospiti a quel punto rimanevano in 9 per l’espulsione di Oyewale. I giallorossi avevano il merito di credere nella possibile vittoria: il gol capolavoro di Tripicchio al 37′, un diagonale al volo, portava in carniere tre punti pesanti.

Le interviste

«Abbiamo incontrato una delle squadre più forti del campionato – ha evidenziato Franceschini – e nel primo tempo siamo andati in difficoltà, subendo troppo, per la grande qualità del Savoia. Nella ripresa, cambiando qualcosa tatticamente siamo riusciti a scardinare la loro difesa ma è innegabile che la doppia superiorità numerica ci ha favorito. Con questi tre punti siamo più sereni, ma sappiamo che dobbiamo lavorare ancora tanto. Ora ci aspetta un’altra grande squadra, il Palermo». Teso mister Parlato.

Flavia Bruzzese (Gazzetta del sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.