Lun. Apr 19th, 2021

L’avv. Pietro Origlia, noto ambientalista locale, ha segnalato al nostro giornale una grave situazione, dal punto di vista ambientale. esistente nel centro cittadino.

 Da vari giorni. in Via Circonvallazione Nord, nella parte laterale dell’Istituto tecnico ” Guglielmo Marconi”, addetti del Comune hanno accatastato rifiuti ingombranti che da mesi erano presenti lungo la via. In un cumulo di quegli ingombranti si notano pezzi di tetti in eternit. Inoltre, in altro accatastamento sono ordinatamente impilate altro mucchio in solitario di tegole di eternit. L’inconveniente è ritenuto molto grave da Pietro Orioglia, che – dice – “non potevo stare fermo nel lasciare che questo scempio si perpetrasse a danno principalmente della salute umana, in quanto altamente nocive e cancerogene le polveri che fuoriescono. Ho segnalato ai vigili urbani già da mercoledì e inoltre mi sono recato personalmente dai carabinieri per segnalare l’accaduto, dicendo che era necessario l’incapsulamento delle tegole o delle porzioni di tetti e successivo smaltimento presso discarica autorizzata da ditta specializzata. Quindi non oso immaginare come e chi ha toccato queste tegole, senza la necessaria protezione, ovvero con tuta completa guanti e protezione scarpe. Ho visto, dopo la mia segnalazione, il rimedio coperto con un telo di plastica e delle pietre intorno e con del nastro plastificato a strisce bianche e rosse. Ora tutto ciò non è assolutamente normale per lo smaltimento dei manufatti in eternit, ci vuole una procedura particolare da effettuare da parte di ditta specializzata. Sono profondamente scoraggiato per l’inciviltà di alcuni cittadini ma anche per coloro che dovrebbero proteggerci dai cosiddetti reati ambientali”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.